Gruppi per il centro di lavorazione a portale PBA-3

 

Gruppo a 5 assi da 55 kW con cambiautensili

Il gruppo principale del PBA raffreddato ad acqua e con azionamento a mandrino ha una potenza di 55 kW e un numero di giri a variazione continua da 0 a 13.000 giri/min.  
Per mezzo di un portautensili di tipo HSK-80-E è possibile sostituire dischi della sega circolare, punte del trapano, frese a candela, frese a disco, frese a coda di rondine, frese cilindriche, ecc. La gestione e la selezione degli utensili avviene nel programma di produzione CAMBIUM sviluppato da Hundegger.
A seconda delle necessità del pezzo da lavorare, il relativo utensile viene prelevato automaticamente dal magazzino per cambio utensili. Il magazzino utensili a 30 posizioni si sposta insieme al portale, pertanto il tempo necessario per il cambio dell'utensile viene minimizzato.
Nei dati identificativi degli utensili di fresatura o foratura, oltre al tipo, al diametro e alla posizione nel magazzino, viene riportato anche il numero di giri ottimale, richiamato automaticamente durante l'impiego del rispettivo utensile.
Tale flessibilità rende il gruppo a 5 assi del PBA ideale per le applicazioni e gli scopi di lavorazione più diversi. Tutte le lavorazioni vengono eseguite sui 5 lati del componente in un unico serraggio.  
Opzionalmente può essere installata sul gruppo a 5 assi del PBA anche una testa angolare. In questo modo è possibile eseguire lavorazioni con una profondità massima di 300 mm anche sul lato inferiore del componente.

Gruppo a 5 assi da 22 kW con cambiautensili

Il gruppo a 5 assi montato su un supporto separato dispone di una potenza motrice massima di 38 kW e un numero di giri massimo di 8000 giri/min.
Il gruppo viene automaticamente posizionato con un angolo da 0 a 360 gradi e un'inclinazione da 0 a 90 gradi.
Per mezzo di un portautensili di tipo HSK-80-E è possibile sostituire dischi della sega circolare, punte del trapano, frese a candela, frese a disco, frese a coda di rondine, frese cilindriche, ecc. La gestione e la selezione degli utensili avviene nel programma di produzione CAMBIUM sviluppato da Hundegger.
A seconda delle necessità del pezzo da lavorare, il relativo utensile viene prelevato automaticamente dal magazzino per cambio utensili. Il magazzino utensili a 30 posizioni si sposta insieme al portale, pertanto il tempo necessario per il cambio dell'utensile viene minimizzato.
Nei dati identificativi degli utensili di fresatura o foratura, oltre al tipo, al diametro e alla posizione nel magazzino, viene riportato anche il numero di giri ottimale, richiamato automaticamente durante l'impiego del rispettivo utensile.
Tale flessibilità rende il gruppo a 5 assi del PBA ideale per le applicazioni e gli scopi di lavorazione più diversi. Tutte le lavorazioni vengono eseguite sui 5 lati del componente in un unico serraggio.  
Opzionalmente può essere installata sul gruppo a 5 assi del PBA anche una testa angolare. In questo modo è possibile eseguire lavorazioni con una profondità massima di 300 mm anche sul lato inferiore del componente.

Gruppo sega a 5 assi

Il gruppo sega a 5 assi montato su un supporto separato dispone di una potenza motrice massima di 22 kW e un numero di giri massimo di 6000 giri/min.

Il gruppo viene posizionato automaticamente con un angolo da 0 a 360 gradi e un'inclinazione da 0 a 90 gradi. In tal modo è possibile effettuare pressoché tutti i tipi di taglio, dai longitudinali ai trasversali fino ai tagli dei puntoni.
Con un angolo di inclinazione di 0 gradi, è possibile ottenere una profondità di taglio fino a 400 mm utilizzando una lama della sega da 1.100 mm.
Mentre con il primo gruppo si lavora l’elemento, sul secondo gruppo si può già inserire l’utensile successivo. Di conseguenza, i tempi di fermo vengono ridotti al Massimo.

Sega a catena

La sega a catena sostituibile sul gruppo a 5 assi per mezzo di un portautensili di tipo HSK 80E, ha una profondità di intaglio di max. 500 mm e una larghezza di intaglio di 12 mm in caso di utilizzo di una catena HSS. In alternativa può essere utilizzata una catena in metallo duro con una larghezza di intaglio di 14 mm. La speciale geometria della lama consente di lavorare con precisione anche gli angoli (senza raggi), ad es. per finestre e tagli su Porte.

Gruppi fresa verticali

I motori con cui sono azionati i gruppi fresa verticali hanno una potenza da 5,5 kW a 22 kW. Inoltre i gruppi possono essere dotati di diverse frese a candela, per profili, con cuneo zincato o a disco (max. ø 310 mm, lunghezza max. 350 mm). In questo modo è possibile realizzare tutte le aperture e i contorni, nonché tutti i tipi di profilature, zincature, scanalature, smussature, ecc. Con la regolazione del numero di giri del motore (fino a 6000 giri/min), ogni utensile può essere inoltre impostato alla velocità di taglio ottimale.
È anche possibile montare una fresa flottante.

 

Foratrice verticale

Grazie alla potenza di 3,0 kW, con le perforatrici verticali (3,0 kW) possono essere forati componenti di spessore massimo pari a 480 mm. Per mezzo della corsa di lavoro comandata dall'elaboratore, sono possibili tutti i tipi di fori ciechi, infossamenti o fresature di perni anulari. I gruppi trapano sono dotati di un mandrino a cambio rapido e guide per testa revolver e il numero di giri può essere impostato a variazione continua da 750 giri/min. a max. 3000 giri/min.

 

 

 

 

Perforatrice a cannone verticale orientabile di 360°

La perforatrice a cannone montata sul lato operatore viene utilizzata per eseguire fori orizzontali su tutti i lati del componente. Può essere dotata di punte a cannone speciali da Ø25 a Ø50 mm. La massima profondità del foro è di 1250 mm.
L'avanzamento viene regolato tramite motore elettrico e può essere adattato al diametro della relativa punta. Il numero di giri è regolabile in modo continuo fino a max. 3000 giri/min.

Laser lineare

Il laser a linea proietta un reticolo rosso sul componente che viene riprodotto con una telecamera sullo schermo della postazione di lavoro. Il controllo avviene dalla postazione di lavoro tramite il software in dotazione.

 

 

 

Gruppo di azzeramento optoelettronico

La posizione dei componenti collocati liberamente può essere determinata con precisione tramite laser con metodo a sezione ottica.

Modalità 1: Calibrazione del pannello grezzo
Il pannello grezzo non ancora rifilato viene trasportato automaticamente per mezzo di sensori dopo essere stato collocato nella posizione 0 precedentemente definita. Oltre a una determinazione sufficientemente precisa delle posizioni x e y, può essere inclusa nella lavorazione anche la traccia del giunto incollato, a prescindere da eventuali sporgenze/residui di colla. I tagli trasversali ai giunti incollati appartengono così al passato.

Modalità 2: Ricalibrazione di un pannello in parte lavorato
Il pannello parzialmente lavorato viene trasportato automaticamente per mezzo di sensori dopo essere stato collocato nella posizione 0 precedentemente definita e quindi misurato di nuovo secondo le direzioni x e y.

Dispositivo di estrazione

Con il dispositivo di sollevamento a 4 assi (asse x, y, z e asse di rotazione) i pezzi tagliati da rimuovere vengono presi sul rispettivo baricentro, sollevati e depositati su un trasportatore a rulli che si sposta con il portale. A seconda delle dimensioni e della posizione, il pezzo rimanente può essere opzionalmente ruotato di 90 gradi.
I componenti rimossi possono essere portati al successivo trasportatore a rulli per il legno residuo oppure depositati in direzione opposta sul nastro per lo smaltimento degli scarti, a seconda del pannello.

Lubrificazione centralizzata

Il sistema di lubrificazione centralizzato fornisce automaticamente la giusta quantità di grasso a tutti i punti di lubrificazione, riducendo così al minimo gli interventi di manutenzione.
Se la macchina è dotata di un sistema di lubrificazione centralizzato, sul rispettivo gruppo o sul portale si trovano uno o più contenitori di grasso fluido.