Cluster Innovativ: Die Hans Hundegger AG zeigt, was sie kann

05.11.2015

Es war eine Premiere, die alle begeisterte: Die Veranstaltung „Cluster Innovativ“ war die optimale Gelegenheit für das Hundegger-Team, das breite Hundegger-Leistungsspektrum einem interessierten Fachpublikum vorzustellen.

 

 

 

Geballtes Know-How und bayerische Gastlichkeit: Die Teilnehmer beim Infotag „Cluster innovativ“ der Hans Hundegger AG am 5. November waren begeistert: In interessanten und kurzweiligen Fachvorträgen gelang es den Referenten,   die wichtigsten Innovationen für den Holzbau anschaulich und kompetent zusammen zu fassen.

 Nach der Begrüßung durch Hundegger-Vorstandsmitglied Walter Fahrenschon, Markus Blenk (Cluster-Initiative Forst und Holz Bayerng gGmbH) und Uwe Andre Kohler (Clustermanagement Forst und Holz BW) ging es gleich direkt in die Praxis: Walter Fahrenschon (Vorstand Vertrieb, Marketing, Service) präsentierte den Gästen die Hans Hundegger AG, ehe Hans Schillmeier (Vorstand Technik) die Teilnehmer persönlich durch das Unternehmen führte.

So viel „Hans Hundegger AG“ macht natürlich hungrig und durstig, und im zünftigen Biergarten konnten die Gäste dann die schwäbisch-bayerisch-allgäuerische Gemütlichkeit genießen.

„Um Mögliches zu erreichen, muss man Unmögliches versuchen“ – unter dieses durchaus provokante Motto hatte Karl Moser, Geschäftsführer der KAMO GmbH (Aichach) seinen Vortrag gestellt und er machte den Zuhörern eindrucksvoll klar, dass sich niemand auf dem Holzweg befindet, der seine unternehmerische Zukunft mit dem Naturstoff Holz verbindet. Mit viel Applaus wurde Karl Moser für diesen spannenden Vortrag und die mutigen unternehmerischen Ansätze belohnt.

Rainer König, Projektleiter MHM (Massiv-Holz-Mauer) bei der Hans Hundegger AG, nutzte dann die Gelegenheit, die überzeugenden Argumente für eine Massiv-Holz-Mauer kompetent zusammen zu fassen. Energetisch und nachhaltig stellt die MHM eine überzeugende Alternative zu Stein und Beton dar, die als hochwertiger und dennoch preiswerter Baustoff allen Anforderungen an Ökologie, Ökonomie, Werthaltigkeit, Ästhetik und Statik gerecht wird.

Für einige der Gäste war es neu, mit welch hervorragenden Dämmwerten schon bei geringen Wanddicken eine Massiv-Holz-Mauer überzeugt. „Die Realisierung von Niedrigenergie- bis hin zum Passivhaus sind problemlos möglich“, schloss Rainer König seinen Vortrag, mit dem er die Besucher durchwegs zu überzeugen wusste.

In lockerer Runde konnten die Besucher von „Cluster Innovativ“ der Hans Hundegger AG anschließend ihre Erkenntnisse vertiefen und in guten Gesprächen neue Kontakte knüpfen und bestehende Verbindungen vertiefen. „Cluster Innovativ war ein Versuch, der uns alle überrascht und begeistert hat. Dieser Erfolg macht uns Mut, diese Veranstaltung auch im nächsten Jahr wieder anzubieten“, freute sich Vorstandsmitglied Walter Fahrenschon.

 

Dübelelemente selbst erzeugen

30.05.2015

Die Standardmaschine beim Stababbund ist die K2i. Üblicherweise wird sie verwendet, um  Holzelemente zu  bearbeiten.

Die K2i mit Dübelaggregat kann hingegen erstmals  Holzelemente  zusammenfügen. Mit einem Zusatzaggregat wird die K2i so auch noch zu einer vollwertigen Brettstapelmaschine.

Die für die jeweilige Elemetbreite benötigten Lamellen werden einzeln auf den Quertransport aufgelegt , automatisch paketiert und der Bohr- und Dübelstation zugeführt.
Dort werden die im Steuerungsprogramm hinterlegten Bohrungen ausgeführt und die im Magazin vorgehaltenen Holzdübel hydraulisch eingepresst.
Das Lamellenpaket wird während des gesamten Vorgangs mit speziellen Niederhaltern zusätzlich fixiert.
Die fertig gedübelten Elemente bis zu einer Breite von 600 mm können nun entweder zuerst gehobelt oder auch gleich auf der K2i fertig bearbeitet werden.

Damit erzeugen selbst kleinere Zimmereien ihre eigenen Deckenelemente.

Video Dübelstation >>>  

 

 

 

 
 

Innovationen für den Holzbau zeigen im Alltag ihre Stärken

20.05.2015

Auf der Messe LIGNA2015 in Hannover brachte die Hans Hundegger AG wieder viele Produktneuheiten an den Start

High-Tech-Abbundmaschinen aus Bayern waren die Stars auf der Fachmesse "LIGNA" in Hannover vom 11.-15. Mai 2015 (Halle 15, Stand C 35).

Die HANS HUNDEGGER AG brachte wieder viele Produktneuheiten an den Start und setzte so "Innovationen für den Holzbau" gekonnt in Szene.

„Innovationen für den Holzbau – das ist die Kernkompetenz unseres Unternehmens“, sagt Firmenchef Hans Hundegger. Auf der Fachmesse LIGNA konnte sich ein internationales Fachpublikum von der Innovationskraft des Allgäuer Qualitätsherstellers überzeugen.

An den fünf Messetagen begrüßte Firmeninhaber Hans Hundegger in Hannover Profis aus Industrie und Handwerk: "Das internationale Fachpublikum  kann sich hier die aktuellsten Informationen über den Stand der Technik abholen".

Größte Bedeutung misst die Hans Hundegger AG der Software-Entwicklung bei.  Welche perfekte, passgenaue Lösungen für alle Kunden ermöglicht. Unter der Bezeichnung „Cambium“ bietet Hundegger eine einheitliche Produktionsplattform für alle Maschinen des Allgäuer Qualitätsherstellers.

 

 
 

Le innovazioni per la carpenteria di legno hanno mostrato i propri punti di forza nella vita quotidiana

Alla fiera LIGNA di Hannover Hans Hundegger AG ha lanciato sul mercato diversi nuovi prodotti

Le tenonatrici ad alta tecnologia prodotte in Baviera erano le punte di diamante della fiera del settore "LIGNA" di Hannover che si svolgeva dall’11 al 15 maggio 2015 (Padiglione 15, Stand C 35).

HANS HUNDEGGER AG ha lanciato sul mercato diversi nuovi prodotti e ha messo bene in mostra le "Innovazioni per la carpenteria in legno".

Disponibile in versione economica, la tenonatrice flessibile "ROBOT-Drive-Solo" ha catturato l'attenzione come soluzione perfetta per principianti. Le macchine HUNDEGGER convincono per la straordinaria funzionalità nell'utilizzo pratico e il prezzo contenuto, possono quindi rivelarsi interessanti anche per le imprese artigiane e le piccole e medie imprese.

"Innovazioni per la carpenteria in legno: questa è la missione principale della nostra azienda", ha affermato il direttore Hans Hundegger. Alla fiera di settore LIGNA, un pubblico specializzato proveniente da tutto il mondo e stato affascinato dalla forza d’innovazione del rinomato costruttore della regione d'Algovia: tutti i nuovi prodotti del leader nel mercato delle macchine per la lavorazione del legno hanno suscitato l'interesse del pubblico.

Hans Hundegger AG attribuisce la massima importanza allo sviluppo del software che garantisce al cliente soluzioni perfette e su misura. Con la denominazione "Cambium" Hundegger fornisce una piattaforma di produzione unificata per tutte le macchine prodotte dal rinomato costruttore dell'Algovia.

Si può vedere una tavola rotonda di LIGNA-TV:

http://www.ligna.tv/web/guest/-/chancen-fur-den-holzbau-durch-maschinentechnologie?redirect=%2Fweb%2Fguest%2Fshows

 

 

 

Ottimo lavoro di gruppo

02.03.2015

Un totale di quaranta team si è presentato per partecipare - secondo le direttive formali della compagnia. Rohde & Schwarz  di  realizzare: in venticinque ore con un maximum di costo materiale di EURO 50,-- un barometro dello stato d’animo  “omino”.  Gli apprendisti del livello IM 12A Thomas Einsiedler, Simon Hölzle, Markus Schedel (compania Hundegger AG) e Daniel Kroner (compania Berger)  hanno affrontato il compito in maniera eccellente et ricevuti il premio fissato à 250,-- Euro.

I nostri complimenti per questa prestazione fantastica !  

 
 

Nuove idee a getto continuo

02.02.2015


Nelle Giornate dell'Innovazione della Hundegger AG di quest'anno, i visitatori si aspettavano delle novità un po' spettacolari. Parlando con i collaboratori di Hundegger e con referenti esterni, hanno avuto la possibilità di aggiornarsi in un'atmosfera rilassata sulle più recenti novità della tecnologia di lavorazione del legno.

 

Le cose da vedere dal 22 al 24 di gennaio in occasione delle Giornate dell'Innovazione di quest'anno della Hans Hundegger AG erano davvero molte. Anche quest'anno sono stati allestiti tre padiglioni per la presentazione di macchine selezionate per la lavorazione del legno, ma questa volta il costruttore di Hawangen ha permesso ai suoi quasi 900 visitatori di dare un'occhiata un po' più da vicino. Con l'occasione ha presentato anche alcune novità, che saranno immesse sul mercato solo in un prossimo futuro.

Accanto a tutto questo è stato riproposto un ampio programma di conferenze e presentazioni e non va certo tralasciata l'opportunità di approfondire le prime impressioni in un incontro tecnico con i collaboratori Hundegger. In una tenda riservata alla ristorazione allestita tra i padiglioni, il costruttore di macchine di Allgäu ha pensato anche al benessere dei propri ospiti offrendo un'ampia scelta di cibi e bevande.

  

 

ROBOT-Drive Solo

 

Nel padiglione A era pronta una delle innovazione tecnologiche che attualmente è già sul mercato: il ROBOT-Drive Solo, una variante economica del ROBOT-Drive che viene consegnata senza gruppo sega separato e che, per il suo prezzo, dovrebbe interessare soprattutto le carpenterie minori. Grazie al gruppo robotizzato a 6 assi e al cambiautensili automatico a 16 stazioni, offre a queste aziende l'alta flessibilità e lo spettro di lavorazioni quasi illimitato della sorella più costosa, con leggere perdite di velocità nella lavorazione che in genere non rappresentano un problema per il gruppo target previsto. Ad un vantaggioso prezzo di lancio, il ROBOT-Drive Solo si accolla il lavoro dell'intero centro di taglio cui l'azienda deve far fronte– senza ribaltamenti né rotazioni in un unico processo. In caso di necessità, per un eventuale aumento della potenza, l'installazione successiva di un gruppo sega autonomo è di facile attuazione.

 

 

Un'escursione a Ottobeuren ha dato l'opportunità ai partecipanti interessati di vedere in azione il ROBOT-Drive Solo presso un cliente dell'azienda e di approfittare della sua esperienza con la nuova macchina. Presso la ditta Blockhausbau Josef Hummel, che si è specializzata in casette per giardini, case in legno per vacanze e case ad uso abitativo, la macchina è in funzione già da alcuni mesi. L'amministratore Josef Hummel jun. è rimasto colpito soprattutto dalla flessibilità, che oggi gli consente di tenere l'intero centro di taglio nella propria azienda e di aumentarne il valore aggiunto.

 

 

 

Rotazione sul posto

 

Tra le novità spettacolari di casa Hundegger c'è anche un tavolo modulare di montaggio e rotazione, un modello preserie, che è stato possibile vedere durante le Giornate dell'Innovazione. Un meccanismo di rotazione doppio, integrato nel tavolo, permette di ruotare gli elementi di legno praticamente sul posto, in uno spazio minimo. Grazie al numero dei moduli di rotazione gli utilizzatori possono agevolmente adattare il tavolo alla lunghezza desiderata dell'elemento.

 

 

 

Lavorazione di elementi  di grandi dimensioni

 

Il momento culminante e più spettacolare delle Giornate dell'Innovazione è stata la presentazione su schermo di un nuovo centro di lavorazione a portale, che per le sue dimensioni sarebbe entrato con difficoltà nei padiglioni espositivi: Il PBA-3 è concepito per la lavorazione su sei lati di elementi CLT di grandi dimensioni e di travi lamellari e, con un'ampiezza massima degli elementi di 5000 mm e un'altezza di lavorazione che raggiunge i 500 mm, non passa certo inosservato. La lunghezza degli elementi lavorati è a scelta.

 

 

Motori potenti fino a 83 kW rendono possibile una velocità di traslazione di 60 m/sec max., mentre un mandrino che può arrivare a 18000 giri/min si occupa della realizzazione di superfici di alta qualità. Questi due gruppi provvisti di cambiautensili possono essere integrati da un'altra perforatrice orientabile a 360 gradi con un profondità di foratura fino a 1250 mm. I pannelli grezzi vengono misurati automaticamente prima della lavorazione, la possibilità di abbinare più portali e le diverse varianti di montaggio e caricamento ne migliorano la flessibilità.

 

 

 

Soluzioni consolidate

 

 

Ad Hawangen sono state presentate anche soluzioni per la lavorazione del legno consolidate, come i centri di taglio ROBOT-Drive e K2i, il centro per la lavorazione automatica di piastre SPM-2 e la macchina per il taglio automatico SC-3. Per procurarsi maggiori informazioni i visitatori hanno potuto rivolgersi al personale di servizio e ai vari stand informazioni, tra i quali era presente anche uno stand per le pareti in legno massiccio MHM.

 

 

 

Legno tassellato sulla K2i

 

 

La Hundegger però aveva tenuto in serbo anche un'altra sorpresa: durante la visita allo stabilimento, l'azienda ha presentato una stazione di nuova realizzazione per la K2i, destinata alla lavorazione di legno tassellato, che è in grado di produrre elementi in legno tassellato fino a 625 mm di larghezza. La K2i prosegue poi la lavorazione trasformando i pezzi in elementi di copertura finiti.

 

 

 

Conferenze

 

 

Altri stimoli ai visitatori sono arrivati dalle conferenze che hanno accompagnato gli eventi delle Giornate, durante le quali sono stati affrontati i problemi riguardanti i centro di taglio, trasporto e montaggio di elementi CLT (Referente: Prof. Dr. Gerhard Schickhofer, TU Graz), le possibilità dell'edilizia in legno (Dipl.-Ing Michael Merk, TU München) e last but not least sono state illustrati da Rainer König, Project Manager Hundegger, i vantaggi della produzione di pareti in legno massiccio MHM come alternativa alla pietra e al calcestruzzo.

 

 

L'utilizzo e le possibilità di utensili di lavorazione ottimizzati sono stati oggetto di discussione in un incontro con esperti nella "piazza del mercato utensili" al quale hanno potuto intervenire tutti gli interessati.

 

CAMBIUM

 

 

In un workshop molto apprezzato gli esperti del software di Hundegger hanno presentato, in modo pratico e dettagliato, su 6 stazioni a tema, 

la flessibilità e l'enorme efficienza di CAMBIUM, la nuova piattaforma produttiva Hundegger. CAMBIUM è stata completamente sviluppata in casa Hundegger e copre l'intero processo a partire dalla trasmissione della geometria fino al pezzo finito, eliminando la problematica dell'interfaccia.

 

 

 

 

Il costruttore di macchine ha quindi offerto ai propri visitatori una giornata interessante e molto varia, dalla quale presumibilmente ogni partecipante è rientrato arricchito di nuovo stimoli per migliorare la propria azienda.

 

 

 

 

 

dr. joachim mohr

presse für profis

 

 

 

Le persone che hanno una nuova idea sono considerate folli, fino a che l'idea non si afferma. Mark Twain